Benvenuto al Vescovo Mons. Palmieri

E' con grande gioia che domenica pomeriggio accoglieremo il Vescovo eletto per la nostra Diocesi, mons. Gianpiero Palmieri, che in persona episcopi unisce la nostra alla Diocesi di Ascoli Piceno. Un grandissimo benvenuto alla nostra nuova guida, che illuminerà di...

Saluto al Vescovo mons. Bresciani

Carissimi, eccoci dunque prossimi a salutare il nostro carissimo Vescovo mons. Carlo Bresciani, che ha sapientemente accompagnato la nostra Diocesi per circa 10 anni. Qui trovate la locandina con le indicazioni relative a celebrazione eucaristica e un successivo...

Una buona parola per te

di don Patrizio Spina

Curare il sogno che porti nel cuore

Il Signore ci dia Pace! «Il regno dei cieli è simile a un granello di senape, che un uomo prese e seminò nel suo campo. Esso è il più piccolo di tutti i semi ma, una volta cresciuto, è più grande delle altre piante dell’orto e diventa un albero, tanto che gli uccelli del cielo vengono a fare il nido fra i suoi rami»...ci ricorda oggi il Vangelo. Questo seme non cresce subito, anzi all'inizio è talmente piccolo che fatichi a credere che possa svilupparsi ed essere di aiuto ad altri, tanto da...

leggi tutto
Orario delle Celebrazioni

Orario delle Celebrazioni

FERIALE
Ore 7,30 S. Messa nella Cappellina del SS.mo Sacramento
Ore 18 Preghiera del Rosario
Ore 18,30 S. Messa
Ogni Giovedi alle ore 17,30 ADORAZIONE EUCARISTICA

FESTIVO
Ore 9,30 S. Messa
Ore 11 S. Messa
Ore 18 Preghiera del Rosario
Ore 18,30 S. Messa

Per richiedere documenti o certificati ecclesiastici:
email: spinadonpatrizio@gmail.com
whatsapp: 3386265791

Il Signore vi dia Pace

Storia della Basilica Cattedrale

Basilica Cattedrale Santa Maria della Marina

L’attuale cattedrale della “Madonna della Marina” si ricollega idealmente ad una più piccola chiesa che i sambenedettesi eressero sulla spiaggia, in località denominata indifferentemente “Sant’Antonio” o “della Marina” e che dedicarono a Maria Regina delle vittorie e del mare, probabilmente collegando tale erezione al ricordo ancora vivissimo della strepitosa vittoria di Lepanto del 1571.

La chiesa, che misurava circa 24 metri e che quindi era poco più piccola dell’antica chiesa castellana di S. Benedetto martire, era situata nell’attuale piazza Battisti, all’imbocco di via Crispi, con la facciata rivolta verso l’attuale strada nazionale. Essa sorgeva quasi in riva al mare, che in quell’epoca lambiva più da vicino la rocca. Il paese contava allora 800 abitanti.

Gli archivi ci tramandano il 1615 come data della costruzione della chiesa che per tutto il XVII secolo viene nominata come “chiesa della Madonna della spiaggia”.

Una vecchia stampa la riproduce con la sua facciata non priva di una certa eleganza barocca, con un unico ingresso per l’unica navata e il piccolo campanile a vela. Sopra la porta d’ingresso fanno bella mostra lo stemma comunale e un bassorilievo del martire.

Preghiera tradizionale alla
Madonna della Marina

Patrona della gente di mare
Salve, o Madre di misericordia, vita, dolcezza, speranza nostra.
A Te, invocata con il titolo di Madonna della Marina e di Stella del mare,
fiduciosi ricorriamo nelle difficoltà della vita.
La nostra fede è continuamente insidiata e la nostra fragilità morale è grande:
ma più grande è la tua potenza e la tua misericordia.

Vieni in nostro aiuto, Vergine benedetta:
per la tua protezione sarà sempre rigogliosa la fede e forte la pietà.
Stella del mare, proteggi i nostri fratelli che per sostenere le famiglie o
per compiere il loro civico dovere, lavorano sul mare.
Quando sono nel pericolo, corri in loro soccorso.
Ma ancor più corri in nostro soccorso quando ci vedi nel pericolo di tradire
l’amicizia con Dio e di perderti.

Noi ci affidiamo alle tue cure materne, Madre di Gesù e Madre della Chiesa,
e ti proclamiamo, con tutta la fede e la passione dell’anima,
Regina della nostra città e del nostro mare.